Strategie di marketing: ottimizzarle con Facebook analytics – webinar con Lorenzo Tombari

webinar6
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ho ospitato sulla mia pagina Facebook Lorenzo Tombari, esperto di strategie di marketing, e abbiamo parlato di come ottimizzare una strategia Facebook ADS.

Questi sono gli argomenti che abbiamo affrontato:
Facebook analytics: ci fai una piccola panoramica delle funzioni che utilizzi maggiormente per ottimizzare le tue strategie di marketing?
Importanza Facebook Analytics nelle strategie di marketing con Facebook Ads
Buyer Personas – customer Journey: quanto riesci a capirci con Facebook Analytics?
Un bel esempio di costruzione di un funnel con Fb ads con Facebook Analytics


Questa è una trascrizione integrale della live.

Trovi il video in fondo al posto, insieme alle slides.

Facebook analytics: ci fai una piccola panoramica delle funzioni che utilizzi per ottimizzare le tue strategie di marketing?

Partiamo dal presupposto che tutte le sezioni che Facebook ci mette a disposizione all’interno di Analytics possono essere potenzialmente interessanti per ottenere insights sul nostro business, le nostre campagne e i nostri utenti, le funzioni che personalmente utilizzo maggiormente e mi sono più utili sono:

  1. Active users: è un sezione che mi da un’ampia panoramica sul numero di utenti che visitano il mio sito e mi permette di costruire e studiare segmenti di pubblico molto verticali basati non solo (come posso fare su G Analytics) su caratteristiche anagrafiche, demografiche, app, devices, parametri uhm ecc. ma anche a partire dalle azioni che gli utenti hanno compiuto all’interno della piattaforma (ad es. reactions, commenti, messaggi alla pagina ecc.)
  2. Revenue: nel caso in cui il business in questione sia un ecommerce, la sezione revenue mi da una lunga serie di dati molto interessanti sugli acquisti e sul valore economico di ogni singolo utente, anche qui con la possibilità di studiare i diversi segmenti di pubblico.
  3. Funnels: È la mia sezione preferita. Mi permette infatti di costruire, di salvare (in modo da potervi sempre accedere molto velocemente) e di consultare in maniera molto immediata e visuale i miei funnel di conversione.
  4. In questo modo possiamo avere in maniera molto semplice e intuitiva il conversione rate tra ogni step del nostro funnel e capire se e dove i nostri clienti trovano una barriera. Quindi la sezione funnel ci da anche la possibilità di comprendere ancor meglio la user journey dei nostri utenti.
  5. Retention: Sezione molto utile nel caso di business con prodotti/servizi ad acquisto ricorrente. Ci mostra infatti la percentuale di persone che ritornano sul nostro sito web, app, pagina o altro canale dopo la prima interazione. La retention dei nostri utenti può essere visualizzata in intervalli giornalieri, settimanali o mensili.
  6. Breakdowns: Sezione in cui in modo molto funzionale possiamo mettere in relazione (in una tabella pivot) diversi parametri quali, ad esempio, canali, dati demografici, eventi e fonti di traffico per meglio comprendere i diversi segmenti di pubblico.
  7. Journeys: Sezione in cui possiamo studiare dati interessanti circa le user journey dei nostri utenti. Limite: affinché sia utile abbiamo bisogno di un numero statisticamente rilevante di dati.
  8. Lifetime value: Anche questa è una sezione particolarmente interessante se si fa ecommerce. Ci da la possibilità di misurare il “valore economico” degli utenti, in base alle entrate generate nel tempo a partire da un’interazione iniziale (che può essere la visualizzazione di una pagina web o un’azione all’interno di Facebook).
  9. People: Sezione utile a studiare le caratteristiche anagrafiche, demografiche e comportamentali dei nostri utenti.

Importanza Facebook Analytics nelle strategie di marketing con Facebook Ads

Penso che Facebook Analytics, in quanto tool di Facebook Analytics ben fatto, sia molto importante all’interno di qualunque strategia di digital marketing, e non esclusivamente per una strategia di Facebook ads.

Ed è molto utile soprattutto nella fase di analisi ed ottimizzazione dei risultati.
Ci permette infatti di capire quali sono gli utenti “importanti” per il nostro business e che valore hanno per noi (valore economico!), quali sono le fonti di traffico più profittevoli, quali sono i percorsi che i nostri utenti compiono per arrivare dalla prima interazione con il nostro business alla conversione per noi più importante, quali sono gli step del funnel più performanti e dove invece vi sono barriere da abbattere.

Qualcuno potrebbe obiettare: queste stesse informazioni ce le fornisce anche Google Analytics.

Sì, è vero.

Ma Facebook Analytics, rispetto al fratello maggiore Google Analytics, è in grado di fornirci un pezzo di conoscenza in più.

E che pezzo! Infatti se tramite Google Analytics posso avere informazioni partendo esclusivamente dal momento in cui un utente atterra sul mio sito web, con Facebook Analytics posso mettere in relazione ciò che i miei utenti fanno all’interno della piattaforma Facebook (quindi come interagiscono con la mia pagina e i miei contenuti) con le azioni che poi compiono all’interno del mio sito web.

Quindi immaginate il valore di questo “pezzo in più” di conoscenza nel momento in cui, ad esempio, investo in una strategia editoriale di content marketing su Facebook…

Buyer Personas – customer Journey: quanto riesci a capirci con Facebook Analytics?

Grazie a Facebook Analytics, ho la possibilità di studiare in maniera più approfondita gli utenti di valore per il mio business e quindi di andare a rifinire in maniera sempre più dettagliata le mie buyer personas e studiare le customer journey.

[A proposito di customer journey, Facebook ha da non molto rilasciato un altro tool molto potente per studiarle: Attribution.]

A livello di Facebook Analytics, quindi, posso estrapolare informazioni utili riguardo i miei utenti di maggior valore, soprattutto a livello di caratteristiche anagrafiche, demografiche e “tecnologiche”.

Un bel esempio di costruzione di un funnel con Fb ads con Facebook Analytics

I funnel migliori nelle strategie di marketing sono quelli più completi, secondo me.

Quello che faccio sempre io, per gli ecommerce, è crearmi il funnel di base:

Page view > View content > Add to cart > Initiate check out > Purchase

per poi andarne a studiare le variazioni a seconda del segmento di pubblico che prendo in considerazione.

Questi segmenti li costruisco su basi diverse: a partire dalle caratteristiche degli utenti (età, genere, device ecc), dalle azioni che compiono su Facebook (reactions, commenti, share ecc), dalle fonti di traffico da cui provengono e tanto altro ancora.

VIDEO DEL WEBINAR

Live con Lorenzo Tombari sulle strategie di marketing

SLIDES DEL WEBINAR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come realizzare COPY e VISUAL per una Facebook ADS che spacca!

Iscriviti alla mia newsletter e ottieni subito la mia checklist in 9 punti